ALLESTIRE LO STAND

Condividi con i tuoi amici!

“Infila l’ago con il filo da imbastire”…ancora ricordo le parole della mia mamma quando mi dava il permesso di fare le piccole cose del cucito , un po’ per aiutarla, un po’ per insegnarmi un mestiere . Mio padre commerciante d’abbigliamento e bravissimo nell’allestimento delle vetrine, mia madre sarta… insomma qualcosina me l’avranno tramandata???? Mi piacerebbe condividere con voi la mia passione nell’allestimento dello stand.

Sono convinta che per riuscire ad attirare l’attenzione della gente durante i mercatini non basti mettere i tavoli, una tovaglia anonima e appoggiare le proprie creazioni così come capita . Per me l’allestimento dello stand o bancarella è la possibilità di farti vedere dalla gente con il tuo vestito migliore!! La posizione dei tavoli, la tovaglia da utilizzare, la disposizione delle creazioni, non può e non deve essere una cosa casuale, ma studiata in ogni minimo particolare.

La disposizione dei tavoli, ad esempio, non deve essere come al solito lineare, ma possono essere disposti in maniera originale, avere diverse altezze, messi di traverso piuttosto che a ferro di cavallo, insomma in maniera creativa. Una volta decisa la disposizione dei tavoli dobbiamo stendere la tovaglia su cui poi andremo ad appoggiare le nostre creazioni. Anche qui dovremmo organizzarci, creare una tovaglia adatta al periodo e quindi sui toni arancio per l’autunno, toni rosso/bianco/ecrù/oro per il Natale, per la primavera su colori pastello, per l’estate sui toni accesi del giallo e del blu, che illuminerà il nostro angolino.
Ok andiamo avanti!…

Messa la tovaglia ora ci aspetta la parte più bella: la disposizione delle creazioni.

Mi è capitato di notare, in molte bancarelle, l’assenza di quello che ci dovrebbe contraddistinguere, la creatività: gli oggetti appesi senza garbo e le creazioni gettate sul banco come capita. Anche in questo caso dobbiamo cercare un angolino per ogni creazioni in maniera da valorizzarla al meglio, utilizzando anche oggetti che aiuteranno le persone a capire l’utilità della creazione: una tazzina da thè sopra una tovaglietta all’americana, una sedia per appoggiare un cuscino, delle caramelle dentro un cestino ….sono tante le idee che possono ispirarci.

Un altro aspetto che non deve essere assolutamente trascurato quando cerchiamo di allestire lo stand è l’illuminazione: una buona illuminazione spingerà la gente ad avvicinarsi a dare un’occhiata al vostro piccolo spettacolo, una illuminazione scadente non valorizzerà il vostro lavoro.

Spero di essere stata d’aiuto o di ispirazione. E voi come vorreste allestire lo stand? Scrivete la vostra idea di bancarella ….A presto!!!