La befana vien di notte!!!

Condividi con i tuoi amici!

“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte col cappello alla romana viva viva la Befana !!! Quando và fa un bell’inchino e lascia un dono sul camino !”
Questa è la filastrocca che mi ripeteva la mamma , quando da piccola rimanevo sveglia fino a tardi per vedere la Befana passare con la sua scopa sopra il tetto di casa, ma sfinita dall’ansia per l’attesa finivo sempre per addormentarmi sul divano. Adesso che anche io sono mamma racconto questa filastrocca ai miei bambini e vedo nei loro occhi la stessa gioia e la stessa ansia nell’attesa per il passaggio di questa simpatica vecchina…… Si non avete letto male simpatica vecchina !! Ho sempre immaginato la Befana come una gioiosa nonnina che oltre a dispensare ogni sorta di dolciumi dava anche qualche consiglio, come quelli che ci davano le nostre nonne, pieni di premura e voglia di regalare le loro esperienze a noi, piccoli fiori appena sbocciati.  Così, per rispondere alle   domande dei miei bambini affascinati da questo misterioso personaggio che conclude le festività natalizie, sono andata a curiosare per cercare qualche informazione in più sulla simpatica nonnina.

Lo sapevate che il termine Befana non è altro che una “corruzione lessicale”, del termine Epifania (dal greco epifaneia ) che significa manifestazione !? Attorno A questa festa, conosciuta e festeggiata in diversi paesi d’Europa ruotano svariate leggende e tradizioni.
Alcuni fanno risalire la nascita di questa festività ad un periodo pre- cristiano legandolo ad una tradizione pagana contadina , in cui la Befana rappresenta Madre Natura in quei giorni in cui si celebra la morte e la rinascita della natura .La leggenda racconta che, Madre Natura, ormai Stanca per aver dato agli uomini cibo e doni della terra per dodici mesi, prende le sembianze di una vecchia strega proprio la dodicesima notte dopo il Natale, per farsi bruciare come un ramo secco e far sì che dalle ceneri possa nascere una nuova madre Natura, giovane e piena di forze  in grado di  donare la vita alla terra per altri dodici mesi. Prima di partire però la vecchia passa  di casa in casa a distribuire i semi che germoglieranno nel nuovo anno. Per questo motivo in molte parti d’Italia i festeggiamenti dell’Epifania sono ancora accompagnati da diversi riti purificatori per scacciare il male e la cattiva sorte facendo un gran rumore percuotendo dei pentoloni o  accendendo  grandi falò in cui spesso viene bruciato un fantoccio dalle sembianze di vecchia strega.

Altre leggende legano il personaggio della Befana al viaggio intrapreso dai Magi per raggiungere Betlemme seguendo il percorso indicato dalla stella Cometa, per portare i doni a Gesù Bambino. Durante il loro cammino attraverso il deserto trovarono la compagnia di molte persone dei villaggi incontrati che decidevano di accompagnarli lungo il cammino verso Betlemme. Giunti in un piccolo villaggio, una vecchina, incuriosita dal lungo corteo che si era formato dietro quegli uomini cosi potenti, chiese quale fosse la loro destinazione . La vecchina venne informata e invitata ad unirsi al corteo, ma lei che aveva troppo da fare , decise di non unirsi a loro.  Solo dopo che i Magi ripartirono si accorse di essere rimasta sola nel villaggio: tutti gli altri avevano seguito il lungo serpentone umano per rendere omaggio a Gesù. Così entrò in casa, prese i biscotti che stava cucinando, qualche vettovaglia ed una scopa per poter trascinare  il suo pesante bagaglio e s’incamminò alla volta   di Betlemme.  Non vedendo più né il corteo né il bagliore della stella cometa, la vecchina disperata, si fermava in ogni casa chiedendo informazioni sui Magi e il loro lunghissimo corteo in cambio dei suoi biscotti.

Queste sono solo alcune delle leggende che avvolgono di mistero la vecchina più attesa dell’anno. Ma una cosa è certa che tutti i bambini, e non solo, attendono con ansia il suo passaggio preparando calze di tutti i tipi da far riempire di dolci prelibatezze. E  noi, creativi partenopei, cogliamo l’occasione di far bella mostra delle nostre capacità  dando vita a simpatiche  ed originali creazioni  per rendere omaggio alla nostra musa ispiratrice ….la Signora Befana!! 

Monica Bisetto

Guardate che meraviglia queste simpatiche e originali befanine sul vasetto che ha creato la nostra amica Monica Bisetto che ha pensato bene di sostituire la solita calza con un piccolo vasetto da riempire con tante golosità!!!!  Queste ed altre  creazioni le  potete trovare  nella pagina Fb Monica Bisetto.

B.B.Creazioni

Strepitosa questa calza :  rivisitazione elegante e raffinata del classico calzettone grossolano e sgraziato, a cui eravamo abituati. Questa creazione è di Barbara  Angius e potrete ammirare le sue creazioni nella pagina Fb B.B.Creazioni.

Grazi Ella

Questa simpaticona è stata cucita interamente a mano dalla nostra affezionata amica Grazi Ella le cui creazioni sono in mostra nella pagina Fb  Il mondo creativo di Eby.

Avete visto !!! sono tanti i modi in cui ciascuno di noi decide di rappresentare la dolce vecchietta, e le nostre creative sono sempre bravissime e originali. Bene!!!  Sperando di non avervi annoiato troppo con leggende e tradizioni vi saluto e vi auguro una strepitosa Festa dell’Epifania!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.