COME ORGANIZZARE IL MATERIALE CREATIVO

Condividi con i tuoi amici!

Oggi è stata una dura giornata, iniziata con l’idea positiva ed energica di organizzare il materiale creativo sparso in due stanze diverse. Questo è solo una parte di quello che ci aspettava… quando abbiamo deciso di svuotare le scatole per vedere se potevamo buttare qualcosa, riorganizzare qualcosa, o comunque risparmiare spazio…

come organizzare il materiale creativo
Ore 7.45

Dopo aver raccolto consigli su come fotografare le creazioni fatte a mano, ci siamo accorte che questa immagine era abbastanza pittoresca, così abbiamo deciso di condividere con voi questa meraviglia! In realtà quando ci mettiamo a creare è molto peggio di così!

La mania di non buttare via nulla…

La fregatura è che cerchiamo sempre di avere tutto a portata di mano, pensando di non trovarlo più. In questo modo però ci siamo ritrovate con perline e cavetti per la bigiotteria (che non facciamo da anni) avvolte ai nastrini di raso che tra l’altro si rovinano facilmente.

Abbiamo l’abitudine di conservare ogni piccolo pezzetto di stoffa, e ogni bottone anche se scompagnato, perché… potrebbe tornarci utile. In effetti è vero, qualunque cosa può diventare materiale per creare e anche un singolo pezzo può essere riutilizzato in un progetto creativo. Il problema è che una volta rovinato va eliminato comunque e oggi abbiamo buttato una busta di spazzatura, più alcune scatole di cartone ormai sfondate e vari contenitori di plastica di tante misure diverse.

Organizzare il materiale creativo per non rovinarlo

Allora nella disperazione abbiamo riavvolto tutti i nastri di raso e infilati in una scatola dedicata. Ci siamo accorte anche di avere più bobine di nastro dello stesso colore, bobine nemmeno aperte, altre talmente tenute male che il nastrino era quasi inutilizzabile, per non parlare delle bobine finite senza nastro! Queste le abbiamo usate per riavvolgere i pezzi ancora utilizzabili, quelli rovinati o troppo piccoli che non si potevano avvolgere, buttati senza pietà!

come organizzare il materiale creativo

Riciclare in modo originale

Abbiamo ritrovato vasetti di vetro riciclati (quelli della giardiniera) che tenevamo per fare chissà quale lavoretto. Poi perline, bottoni, minuteria sparse in 5 scatole di scarpe diverse, con dentro altre scatoline di plastica. Abbiamo riempito i vasetti con la minuteria e buttato tutti gli altri contenitori. Avremmo voluto separare bottoni da perline, ma ci è sembrata una missione impossibile … così il risultato è questo.

come tenere ordinato il materiale creativo

Forse era questo il destino dei vasetti! Non sono diventati un progetto creativo ma hanno contribuito a organizzare il materiale creativo in modo elementare! In effetti non è molto funzionale se ci servono quelle paillettes argentate che sono in fondo…  ma considerato che è materiale che usiamo raramente è la soluzione migliore.

La valigia della nonna

Poi viene il turno dei giornali, degli schemi e dei libri che erano tutti sparsi in tante scatole. Alcuni erano in questa valigetta da pic nic (che non ha mai visto un pic nic in vita sua). L’abbiamo svuotata e riempita con piccoli pezzi di stoffa e tela aida, riutilizzando la parte dedicata alle posate con la scorta di colla a caldo e la pistola. La pistola per la colla è una di quelle cose che teniamo sempre sul tavolo perché non si sa mai, ma obiettivamente è da qualche settimana che non la usiamo quindi le abbiamo trovato un posticino ordinato dove poterla trovare subito. Idem per le forbici.

come organizzare il material creativo

Libri, giornali e schemi sono finiti tutti in una sola scatola. Prima avevamo l’abitudine di tenerli vicino ai materiali che servivano per quel progetto.. un caos assoluto! Ora si stropicceranno di meno…

tenere in ordine il materiale creativo

Tutto al suo posto!

Prima il materiale occupava due ripiani di un armadio a muro, ora solo la metà di un ripiano.  Nello spazio libero finalmente abbiamo trovato posto a cuscini e coperte… Ci sembra impossibile che tutti quei materiali, stoffe e perline occupassero tutto quello spazio… Ecco invece il risultato.

Ora la domanda è Quanto durerà quest’ordine? Lo sapremo alla prossima creazione, crediamo che avere solo tre  scatole da aprire più la valigetta, ci aiuterà a tenere in ordine il materiale creativo! Per ora...

Come si spetta!

Condividi con i tuoi amici!

“Come si spetta” è la frase che usava pronunciare spesso  una mia zia che faceva la sarta di professione e lasciava intendere che il capo di abbigliamento, piuttosto che la  tenda o  qualsiasi altra creazione, dovesse essere cucita in modo corretto e pulito. Oggi questa affermazione viene quasi sempre disattesa. Complice la fretta, molte creazioni appaiono approssimative. Ed è per questo motivo che  volevo mostrarvi passo dopo passo come tagliare dritta la stoffa seguendo la trama. Uno dei tanti trucchi che consentono di rendere un lavoro più preciso.                 

  1. Prendiamo la misura del telo  che dobbiamo utilizzare, ed eseguiamo un piccolo taglio.                                           
  2.  Individuare la trama,cioè il  filo da tirare.                                                           
  3. Tirare la trama delicatamente evitando di spezzarla. Si creerà una arricciatura nella stoffa. Si deve cercare di sfilare la trama dalla stoffa.                                                        
  4. Una volta sfilata la trama si crea, nella stoffa, una linea. Seguendo questa linea con le forbici riusciremo a tagliare perfettamente dritta la striscia di stoffa che dobbiamo utilizzare.                                                                                                                   Spero che questo breve tutorial fotografico vi sia stato d’aiuto! A presto amiche creative !!! Lasciate un commento qui sotto👇👇👇 anche solo per farmi sapere se il tutorial vi è piaciuto o se avete qualche consiglio da darmi!!!! Grazie !!!😉😉😉😉